TOP
Image Alt

UMBRIA

UMBRIA

/ per person
(0 Reviews)

Zona centrale dell’Umbria, si distingue per la presenza di numerosi borghi di interesse turistico e di pregevoli aree naturalistiche. In effetti questa zona si caratterizza per il vino (come testimonia anche la presenza della nota “Strada del Sagrantino“ e l’olio di oliva, con una produzione davvero di altissima qualità.

 

PERIODO DI EFFETTUAZIONE

tutto l’anno

QUOTE DI PARTECIPAZIONE 

Adulti in camera doppia € .00
Adulti in camera singola € .00
Bambini 0-12 anni in 3° e 4° letto € .00
Acconto alla prenotazione € .00
Assicurazione annullamento * € .00
Minimo partecipanti 02

* L’assicurazione copre anche annullamenti causa positività o quarantena COVID-19

Contratto di viaggio
Guida di Viaggio

PIANO DEL VIAGGIO

1

Giorno 1 - Perugia

Arrivo autonomo a Perugia per la sistemazione in hotel. Presentazione del programma del vostro soggiorno. Cena in hotel.
2

Giorno 2 - Montefalco e le terre del Sagrantino

Un territorio ristretto e centrale della regione caratterizzato in particolar modo dalla presenza della strada del Sagrantino e dai comuni che vi appartengono, tra questi Montefalco rappresenta il centro più importante essendo inserito anche nella lista dei borghi più belli d’Italia con le sue panoramiche sulle vallate e vigneti sottostanti che gli valgono l’appellativo di “Ringhiera dell’Umbria“. L’altro borgo, che come Montefalco è presente nella lista dei più belli d’Italia è la vicina Bevagna: un tipico borgo umbro il cui centro storico con la bella Piazza Silvestri, rappresenta un piacevole mix di palazzi antichi in pietra bianca ed il Palazzo dei Consoli, tipico edificio del tredicesimo secolo con le pittoresche bifore. A poca distanza da Bevagna invece Gualdo Cattaneo costruita tra il 1494 e 1498, per volere della città di Foligno, su progetto di Francesco di Bartolomeo di Pietrasanta. Una citazione merita poi il vicino abitato di Grutti, che è presidio Slow Food per la lavorazione del tradizionale Cicotto Umbro. Rientro in hotel a Perugia.  
3

Giorno 3 - Foligno, Rasiglia e l'altopiano di Colfiorito

Foligno, una città dinamica ricca di monumenti. Il suo centro storico è caratterizzato dalla bellissima Piazza della Repubblica e dal Duomo, Oggi è diventata una meta sempre più popolare per gli amanti del cibo e del vino con il Festival dei Primi d’Italia (festival dei primi piatti). Non lontano da Foligno come non citare il piccolo incantevole borgo di Rasiglia, denominato il “borgo dei ruscelli” o la piccola “Venezia Umbra”. Un abitato di piccole dimensioni che si caratterizza per i numerosi corsi d’acqua limpida che attraversano le tipiche case in un susseguirsi di colori e riflessi. Negli ultimi anni Rasiglia è stata una delle località più visitate dell’intera regione Umbria proprio per il fascino “fiabesco” che il borgo riesce a trasmettere. Più a est si raggiunge il lato dell’Appennino caratterizzato dalla presenza degli altipiani e delle paludi di Colfiorito, particolarmente attraente per gli amanti della natura. Rientro in hotel a Perugia.
4

Giorno 4 - Trevi e Spello

Trevi è situato in una zona collinare panoramica circondata da vigneti e uliveti. In centro potrete visitare le chiese di Sant’Emiliano e San Francesco. Mentre appena fuori città è la bellissima Villa Fabbri con il suo ampio giardino e ulivi secolari. Fuori da Trevi il paese di Bovara, nel mezzo di un piccolo appezzamento di terreno con ulivi, è incastonato tra le famose staccionate “Olivo Sant’Emiliano“, questo ulivo è considerato uno dei più antichi al mondo è veramente monumentale e quasi “goffo” con enormi rami nodosi. Spello è un pittoresco villaggio ricco di storia romana visto nelle mura e porte augustee (la bellissima Porta Venere, Porta Consolare, Porta Urbica), i resti dell’anfiteatro e dei bagni termali. Ma Spello è anche un’altra storia, con belle e tipiche strade e chiese interne, tra cui la Chiesa di Santa Maria Maggiore e San Claudio. Da segnalare infine lo stretto legame tra Spello ed un prodotto d’eccellenza come l’olio d’oliva, un sodalizio ben rappresentato dal tradizione evento noto come  l’Oro di Spello, un festival eno-gastronomico che si ripete ogni anno. Rientro in hotel a Perugia.
5

Giorno 5 - Massa Martana e Todi

Massa Martana, un borgo di origine romana che ha un bel centro storico caratterizzato da palazzi ed edifici in tipica pietra bianca, del centro sono da segnalare il Palazzo Comunale e la chiesa di San Sebastiano. Vanta un territorio particolarmente fertile per la produzione di vino ed olio di oliva così come è da segnalare la presenza di acqua sorgiva nei pressi della zona termale di San Faustino. A meno di mezz’ora da Massa Martana, lungo un percorso interno che passa anche per il noto santuario mariano di Collevalenza, si trova Todi. La città natale del poeta dialettale Jacopone da Todi ha nella Piazza del Popolo il suo centro storico più suggestivo. In questa piazza si trovano il Duomo ed alcuni eleganti palazzi storici tra cui i Palazzi del Popolo e quello dei Priori. Altri luoghi di interesse della città si ritrovano nella bella chiesa di San Fortunato e nella piazza appena fuori il centro città dove si erge maestoso il Santuario della Consolazione. Interessante vicino a Todi, il piccolo borgo di Montecastello di Vibio tra le cui tipiche viuzze si trova anche il “Teatro Piccolo”, il più piccolo teatro al mondo. Rientro in hotel a Perugia.
6

Giorno 6 - Sede di partenza

Rientro autonomo in sede.

Tour Location

0.0
Rating 0
Comfort 0
Food 0
Hospitality 0
Hygiene 0
Reception 0

Post a Comment