TOP
Image Alt

THAILANDIA su misura

THAILANDIA su misura

/ per person
(0 Reviews)

Fra i paesi del Sud-est Asiatico, la Thailandia è quello che conserva più evidenti tracce del passato storico e artistico e offre al turista antiche rovine, templi, città abbandonate. Un viaggio a ritroso nel tempo ma immersi nell’assoluta modernità. Spiagge incontaminate e lagune turchesi faranno da contorno al vostro viaggio.

 

PERIODO DI EFFETTUAZIONE

da novembre ad aprile

 

POSSIBILITA’

</tr</tr</tr

di riduzione giorni di viaggio
escursione intera giornata a Phi Phi Island in barca veloce da Phuket
escursione intera giornata a James Bond Island n barca veloce da Phuket
Phuket Fantasia – cena con spettacolo folkloristico
da aprile ad ottobre soggiorno mare a Koh Samui o Koh Pangan

 

QUOTE DI PARTECIPAZIONE INDIVIDUALE a partire da 

Adulti in camera doppia € 1195.00
Adulti in camera singola € 1775.00
Bambini 0-12 anni in 3° e 4° letto € 845.00
Acconto alla prenotazione € 350.00
Quota volo di linea a partire da ** € 650.00
Assicurazione annullamento * € 125.00
Assicurazione ann.to bambini * € 60.00
Minimo partecipanti 02

* L’assicurazione copre anche annullamenti causa positività COVID-19

** Quota volo di linea in classe economy a/r a persona, dai maggiori aeroporti italiani. Bagaglio da stiva max 23 kg e tasse aeroportuali incluse

*** Quotazione su richiesta Natale e Capodanno

 

LE QUOTE COMPRENDONO
trasferimento privato in arrivo e partenza a Bangkok e Phuket, sistemazione in hotel 4 stelle nella tipologia di camera prescelta come da programma, pernottamento e prima colazione, visita della città e templi a Bangkok, intera giornata di visita al mercato galleggiante di Damnoen Sadouak pranzo incluso, intera giornata di visita all’antica capitale Ayutthaya (andata in bus ritorno in navigazione sul fiume) pranzo incluso, intera giornata di visita Fiume Kwai a Kanchanaburi con passeggiata a dorso di elefante pranzo incluso, assicurazione RC EuropAssistance, assistenza di personale specializzato.

LE QUOTE NON COMPRENDONO

volo di linea, tassa di soggiorno ove prevista, pasti, bevande, ingressi durante le visite, extra di carattere personale, assicurazione facoltativa annullamento.

PIANO DEL VIAGGIO

1

Giorno 1 - Bangkok

Arrivo all'aeroporto internazionale di Bangkok. Dopo il ritiro del bagaglio trasferimento libero in centro città per la sistemazione in hotel (camera a disposizione all'arrivo). Nel pomeriggio visita della città: fra i paesi del Sud-est Asiatico, la Thailandia è quello che conserva più evidenti tracce del passato storico e artistico e offre al turista antiche rovine, templi, città abbandonate. I vacanzieri godranno delle paradisiache spiagge e delle isole incantate - ammesso che riescano a tenersi alla larga dai circuiti degli alberghi delle multinazionali. Chi è attratto dalle grandi città, troverà in Bangkok un delizioso esempio di metropoli caotica e inquinata, ma piena di energia e di tesori culturali. Viaggiare per la Thailandia non è difficile: i trasporti sono efficienti, non si paga troppo per dormire e la cucina nazionale è squisita. Si è ormai diffusa dappertutto la fama dell'incredibile ospitalità dei thailandesi, popolo spesso descritto come godereccio e spensierato, che però nei secoli ha lottato per mantenere intatto lo spirito di libertà e di indipendenza. ‘Uguale, ma diversa’, questa filosofia da T-shirt ben riassume Bangkok (กรงุ เทพฯ), una città in cui familiare ed esotico convivono come i sapori su un piatto di patatine tai. Con tanta vita nelle strade, visitare Bangkok è assai gratificante. Fate un giro in barca ed esplorate un mercato nascosto. Perdetevi tra i vicoli di Chinatown e assistete a uno spettacolo d’opera cinese. E dopo il tramonto, lasciate che lo Skytrain vi porti a Sukhumvit, dove la vita notturna rivela una città cosmopolita e dinamica.
2

Giorno 2 - Mercato galleggiante

Intera giornata di visita del Mercato Galleggiante: Damnoen Sadouak, un “must-see” per gran parte dei turisti che soggiornano a Bangkok. I venditori del mercato propongono la loro merce pagaiando sulle tipiche “long-tail boat” lungo i canali di Ratchaburi. Ogni mattina, centinaia di imbarcazioni condotte in genere da donne con il tipico cappello in foglie di banano (Ngop Nam Chieo) in uso nelle campagne del Paese affollano il mercato. Se amate curiosare tra le bancarelle in cerca di cibo e prodotti tipici, nel distretto di Damnoen Saduak avrete l’occasione di visitare un altro luogo iconico e per noi piuttosto insolito: il mercato galleggiante. Ogni giorno in questo distretto situato nella provincia di Ratchaburi, il canale di Damnoen Saduak è attraversato da centinaia di piccole barche a remi o a motore sulle quali sono esposti prodotti agricoli in vendita. Questo tradizionale mercato si è trasformato nel tempo in una delle attrazioni più amate dai turisti che affollano le rive del canale non solo per acquistare, ma anche per scoprire una tradizione molto antica che ci permette di conoscere lo stile di vita le abitudini degli abitanti di questo luogo. Il canale Damnoen Sadauk fu realizzato durante il regno di Rama IV quando gli abitanti di diverse provincie si misero all’opera per scavare questa via d’acqua necessaria per il trasporto di merci e persone oltre che per irrigare i campi. Il canale permise di collegare il fiume Ta Chin e il fiume Mae Klong favorendo così il trasporto su acqua delle merci; questo aiutò a sostenere la crescita economica della regione. Nel corso degli anni gli agricoltori si sono insediati lungo le sponde del canale e ancora oggi vivono in abitazioni costruite l’una accanto all’altra su entrambe le rive del fiume Damnoen Sadauk. Una volta giunti al mercato, potrete camminare lungo le rive del canale e perdervi tra i profumi ed i colori invitanti delle merci e scoprire la grande varietà di frutta e verdura prodotta dagli agricoltori locali; le merci vengono vendute ai turisti o ad altri agricoltori ed è anche molto diffusa, tra i locali, la pratica del baratto. Potete anche provare l’ebrezza di navigare sul canale affittando un’imbarcazione: il modo migliore per sperimentare in prima persona questa tradizione locale. Rientro in hotel a Bangkok.
3

Giorno 3 - Ayutthaya: l'antica capitale

Intera giornata di visita dell'antica capitale del Regno del Siam: la provincia di Ayutthaya con i suoi 2.557 km2 è abbastanza piccola ma facilmente raggiungibile per merito delle ottime strade, della ferrovia, del fiume e della vicinanza a Bangkok. Bagnata dal fiume Chao Phraya, che rappresenta la principale via di comunicazione fluviale della nazione, la provincia di Ayutthaya riveste un ruolo di primaria importanza ed è stata per quattro secoli la capitale del Siam. Ayutthaya si trova a 76 km a nord di Bangkok e possiede imponenti rovine risalenti al tempo in cui era capitale del regno. Nella parte meridionale si erge, in perfette condizioni, il palazzo reale di Bang Pa-in allestito con splendidi giardini. La provincia è nota anche per il Centro Bang Sai per la promozione delle arti e dell’artigianato locale istituito da Sua Maestà la regina. L’antica città di Ayutthaya, o più precisamente Phra Nakhon Si Ayutthaya, è stata la capitale del Regno Thai per 417 anni ed ora uno dei luoghi più visitati dai turisti, i quali possono ammirare qui rovine antiche e numerosi lavori artistici. La città fu fondata nel 1350 da re U-Thong quando i thai furono costretti dalle popolazioni confinanti del nord a stabilirsi più a sud. Durante il dominio di Ayutthaya si succedettero alla guida del regno 33 re e numerose dinastie, fino a quando la “città splendente” non fu saccheggiata nel 1767 dai birmani, distrutta e definitivamente abbandonata. La vasta estensione dell’area archeologica e le testimonianze storiche dimostrano che Ayutthaya fu una delle città più imponenti del Sud-Est asiatico: la sua popolazione nel XVII sec. era di oltre un milione di abitanti e la città veniva spesso definita Venezia d’Oriente, al centro di una rete di traffici che andava dalla Cina, all’India, all’Europa. In accordo con la sua importanza storico-culturale, il sito archeologico di Phra Nakhon Si Ayutthaya, adiacente alla città attuale, nel 1991 è stato dichiarato dall’UNESCO patrimonio dell’umanità. A testimoniare la grandezza della città antica sono i palazzi fortificati intorno alle mura cittadine e, più all’esterno, i forti: per la maggior parte situati alla confluenza di corsi d’acqua. Effettueremo la visita all'andata con mini bus ed al rientro, in barca, lungo le rive del fiume. Rientro in hotel a Bangkok.
4

Giorno 4 - Fiume Kwai a Kanchanaburi

Intera giornata di visite ad uno dei punti turistici più attrattivi della Thailandia a Kanchanaburi e forse il più simbolico e rappresentativo della città. Più che la sua interessante forma e il bellissimo paesaggio dove si mostra imponente, risalta la sua storia tragica e la sua importanza negli avvenimenti del passato. Il ponte sopra il fiume Kwai a Kanchanaburi fu costruito nel 1942 durante la Seconda Guerra Mondiale, quando i giapponesi e gli inglesi combattevano per il controllo dell'Oceano Indiano. All'epoca, i giapponesi avevano invaso il paese, stabilendosi a Kanchanaburi e avevano necessità di instaurare un collegamento tra la città di Bangkok e Rangon, la capitale della Birmania. Questo con l'obiettivo di creare un centro di comunicazioni e deposito per le truppe, così che ordinarono la costruzione del ponte e la linea ferroviaria, attraversando il fiume. L'edificazione del ponte iniziò contemporaneamente alle due estremità e furono i prigionieri di guerra che vi lavorarono. Fra questi c'erano uomini di diverse nazionalità, come inglesi, francesi, australiani e olandesi oltre a lavoratori tailandesi e birmani. Tutto il lavoro venne realizzato nelle peggiori condizioni di vita, come maltrattamenti, cattiva alimentazione, esposizione alle malattie, in mezzo a giungla e montagne. Di conseguenza, 13000 prigionieri e 80000 civili persero la vita durante l'anno della costruzione del ponte. Per questo motivo la linea ferroviaria venne nominata "il treno della morte di Kanchanaburi". Comunque, tempo dopo l'aviazione britannica distrusse il ponte obbligando i giapponesi ad abbandonare il luogo. Attualmente, il fiume Kwai è un monumento alla memoria di tutte le vittime e fu di ispirazione per un romanzo, che divenne anche un film, dal titolo "Il ponte sul fiume Kwai". Rientro in hotel a Bangkok.
5

Giorno 5 - Phuket: la perla delle Andamane

Trasferimento in aeroporto per il volo da Bangkok a Phuket. All'arrivo trasferimento in hotel prescelto. Trattamento di pernottamento e prima colazione. Conosciuta anche come perla delle Andamane, Phuket, con una superficie di 810 km2 è l’isola più grande e popolata di tutta la Thailandia. La sua cultura è ricca ed frutto di una mescolanza di influssi da parte di cinesi, portoghesi, mishiatesi, ma soprattutto dei chaolei, una popolazione nomade del mare. La splendida costa frastagliata che la contraddistingue è costituita da ampie baie sabbiose, penisole rocciose, scogliere granitiche e una fitta vegetazione tropicale. Al suo interno troverete, invece, le classiche coltivazioni asiatiche: riso, caucciù, cacao, ananas e palme da cocco. E l’immancabile foresta pluviale.
6

Giorno 6 - Phuket

Trattamento di pernottamento e prima colazione. Relax, attività balneari e possibilità di escursioni da prenotare direttamente in hotel.
7

Girono 7 - Phuket

Trattamento di pernottamento e prima colazione.
8

Giorno 8 - Phuket

Trattamento di pernottamento e prima colazione.
9

Giorno 9 - Phuket

Trattamento di pernottamento e prima colazione.
10

Giorno 10 -Phuket

Trattamento di pernottamento e prima colazione.
11

Giorno 11 - Phuket

Trattamento di pernottamento e prima colazione.
12

Giorno 12 - Italia

Trasferimento in aeroporto di Phuket per il volo di rientro in Italia. Fine dei nostri servizi.

Tour Location

0.0
Rating 0
Comfort 0
Food 0
Hospitality 0
Hygiene 0
Reception 0