TOP
Image Alt

CUBA

CUBA

/ per person
(0 Reviews)

DATE DI PARTENZA

Mese giorno
Giugno
Luglio **
Agosto ***
Settembre
Ottobre
Novembre
Dicembre

QUOTA DI PARTECIPAZIONE INDIVIDUALE

Adulti in camera doppia € 1365.00
Adulti in camera singola € 1565.00
Bambini 0-12 anni in 3° e 4° letto € 975.00
Acconto alla prenotazione € 400.00
Assicurazione annullamento * inclusa
Supplemento partenze Luglio ** ———-
Supplemento partenze Agosto *** ———-
Minimo partecipanti 20
Massimo partecipanti 30

* L’assicurazione copre anche annullamenti causa positività o quarantena COVID-19

 

LE QUOTE COMPRENDONO
volo di linea in classe economy da Roma Fiumicino, tasse aeroportuali italiane e straniere, 1 bagaglio a mano, 1 bagaglio da stiva, bus gran turismo con distanziamento di legge per tutta la durata del viaggio, sistemazione in hotel categoria turistica come da programma, mezza pensione dalla cena del primo giorno alla prima colazione dell’ultimo giorno, visite come da programma, visto turistico, accompagnatore/trice professionista per tutta la durata del viaggio, assicurazione RC EuropAssistance, assicurazione annullamento.

LE QUOTE NON COMPRENDONO

pasti non citati da programma, bevande, ingressi non citati da programma, extra di carattere personale.

PIANO DEL VIAGGIO

1

Giorno 1 - L'Avana

Appuntamento in aeroporto di Roma Fiumicino. Partenza con volo di linea per L'Avana (su richiesta, possibilità di volo di linea da uno dei maggiori aeroporti italiani). Dopo il ritiro del bagaglio trasferimento in centro città per la sistemazione in hotel.
2

Giorno 2 - L'Avana

Incontro con la guida per la visita della città: L'Havana è una città dalle molte sfaccettature, sempre viva e in fermento, piena di contraddizioni e per questo unica. Da quartieri poveri e periferici simili alle favelas di Rio fino al Malecon, dalle gallerie di arte moderna al retaggio architettonico e storico del periodo coloniale, dai sapori della cucina all'artigianato, troverete una città sempre in movimento, attaccata alle sue radici eppure aperta al cambiamento e alla modernità. La capitale di Cuba è la meravigliosa città dell'Havana, fondata 500 anni fa da Diego Velazquez de Cuellar e centro principale della vita sociale, politica e amministrativa dell'isola. Il nuovo legame riallacciato di recente con gli Stati Uniti porterà di certo dei cambiamenti nel prossimo futuro ma, probabilmente, con molta lentezza e resistenza da parte dei cubani, molto fieri della loro identità e in città sentirete spesso ripetervi "Cuba es de los cubanos", a rimarcare la volontà di distinguersi ancora dall'ingombrante vicino.
3

Giorno 3 - Pinar del Rio e Vinales

Partenza per Pinar del Rio: circondata da una stupenda campagna e dato il fatto che la sua ricchezza economica viene dalla vicinanza al miglior terreno del mondo per il tabacco, la città di Pinar del Río sembra emanare una strana energia, esacerbata dalla presenza dei suoi famigerati jineteros che sono capaci di esasperare anche il più scafato dei viaggiatori. E' stato uno degli ultimi capoluoghi di provincia a prendere quota, e ancora sembra occupare un posto nella corsia più lenta. Poco considerata dai governi centrali, che hanno sempre preferito la canna da zucchero al tabacco, la città divenne una sorta di zona urbana depressa e si sprecano le battute e i luoghi comuni sui guajiros, da sempre considerati dei sempliciotti di provincia. Ma la città ha ribattuto colpo su colpo: ha superato la trascuratezza e la derisione e si è messa al lavoro per capovolgere i giudizi negativi su di sé. Nel momento in cui vedete un guajiro che mastica il suo sigaro guidando i buoi nell'aratura dei rossi e prosperi campi di tabacco, siete sicuri di essere a poca distanza da Viñales. Nonostante da tempo meta turistica, questa cittadina meravigliosamente tradizionale, in cui la vita scorre lenta e rilassata, continua a essere una località che non ama mettersi in mostra. Quello che vedete è quello che otterrete: una cittadina rurale che per sbaglio si trova in uno dei più begli scenari naturali di Cuba. La cosa più affascinante da fare sarebbe prendere una sedia a dondolo, accomodarsi nel portico di una casa di campagna e godetevi un angolo della Cuba vera. Rientro in hotel a L'Avana.  
4

Giorno 4 - Guama e Cinfuegos

Partenza per il Parco Montemar, situato nella Penisola di Zapata, che fu dichiarato riserva naturale della biosfera dall’UNESCO nel 2001; possiede le più ampie zone umide di tutti i Caraibi, in cui numerose specie animali trovano dimora, sia in forma permanente che migratoria. Visiteremo Aldea Taína (un accurata ricostruzione di un villaggio degli aborigeni che per primi abitarono l'isola di Cuba) e l'allevamento dei coccodrilli più grande dei caraibi.  Sistemazione in hotel a Cinfuegos.
5

Giorno 5 - Cinfuegos e Trinidad

Visita di Cinfuegos: raffinata, elegante, cordiale e rilassata, la cosiddetta Perla del Sur di Cuba seduce da tempo i visitatori dell'isola con la sua eleganza, il suo razionale spirito francese e la festosa spavalderia caraibica. Se Cuba avesse una Parigi, sarebbe certamente questa città. Disposta intorno alla più spettacolare baia naturale del paese, Cienfuegos è una città marinara con un'invidiabile posizione sul Mar dei Caraibi. Fondata nel 1819, è uno degli insediamenti più recenti di Cuba, ma anche uno dei più omogenei dal punto di vista architettonico, caratteristica che gli è valsa l'inserimento, nel 2005, tra i siti Patrimonio dell'Umanità dell'UNESCO. Se molte altre località del paese mostrano segni visibili di fatica nel far quadrare i conti in quest'epoca di crisi economica, Cienfuegos sembra essere un'eccezione positiva. Non è solo per i soldi che lo status di Patrimonio dell'Umanità dell'UNESCO garantisce. Le industrie circondano il lato più distante della baia e costituiscono un polo produttivo tra i maggiori di Cuba, ma se a ciò si aggiungono un condiviso senso di quiete (che si dimostra anche nelle strade di epoca coloniale rimesse a nuovo e piacevolmente prive di jineteros) e una rivitalizzante atmosfera di città di mare si capisce perché Cienfuegos è un luogo affascinante, come lo era ai tempi di Benny Moré sessant'anni fa. Proseguimento per la sistemazione in hotel a Trinidad. o.
6

Giorno 7 - Trinidad

Visita della città: il primo suono che si sente la mattina è il clop-clop degli zoccoli dei cavalli sulle strade acciottolate seguito dalle grida di vecchi uomini che vendono pane dalle loro biciclette (El pan! El pan!). Aprite gli occhi, alzate lo sguardo alle travi in legno del soffitto della vostra camera di epoca coloniale e cercate di convincervi che state ancora vivendo nel XXI secolo. Trinidad è speciale: un insediamento coloniale perfettamente conservato in cui gli orologi si sono fermati al 1850 e fatta eccezione per qualche gruppetto di turisti, non sono ancora ripartiti. Costruita grazie alle enormi fortune accumulate con la coltivazione della canna da zucchero nella vicina Valle de los Ingenios all'inizio del XIX secolo, continua tuttora a esibire la ricchezza del suo periodo di massimo splendore, corrispondente agli anni precedenti la guerra d'indipendenza, nei sontuosi palazzi coloniali adorni di affreschi di scuola italiana, porcellane Wedgwood e lampadari francesi. Dopo che nel 1988 Trinidad venne dichiarata dall'UNESCO Patrimonio dell'Umanità, i suoi segreti non tardarono a diventare di dominio pubblico e non trascorse molto tempo prima che i turisti cominciassero ad arrivare in massa per godere della bellezza del "museo all'aperto" più antico e più affascinante di Cuba. Il turismo, tuttavia, non ha intaccato più di tanto l'aggraziato spirito da vecchio sud di Trinidad. La città conserva un'atmosfera tranquilla e quasi soporifera tra le sconnesse strade acciottolate affollate di guajiros (gente di campagna) dal viso coriaceo, muli che sbuffano e trovadores che intonano dolci melodie accompagnati dalla chitarra. Rientro in hotel.
7

Giorno 7 - Santa Clara e L'Avana

Partenza per Santa Clara, posizionata nel centro geografico di Cuba, è una città di nuove tendenze e creatività insaziabile, dove una cultura giovanile sempre all'avanguardia da decenni mette alla prova le maglie della censura ufficiale del governo. A Santa Clara troverete l'unico spettacolo ufficiale di drag queen di Cuba (al Club Mejunje) e il rock festival più autentico del paese (il Ciudad Metal di ottobre). L'orgoglioso carattere della città si è formato negli anni grazie alla presenza dell'università più prestigiosa del paese dopo quella dell'Avana e alla lunga associazione con il guerrigliero argentino Che Guevara, che liberò Santa Clara nel dicembre del 1958 decretando la fine del regime di Batista. Proseguimento per L'Avana per la sistemazione in hotel.
8

Giorno 8 - L'Avana

Tempo libero a disposizione fino al momento del trasferimento in aeroporto per il disbrigo delle formalità d'imbarco e la partenza del volo di rientro in Italia. Pasti e pernottamento a bordo.
9

Giorno 9 - Roma Fiumicino e sede di partenza

Arrivo a Roma Fiumicino (o uno dei maggiori aeroporti italiani). Trasferimento libero per la sede di partenza.

Tour Location

0.0
Rating 0
Comfort 0
Food 0
Hospitality 0
Hygiene 0
Reception 0

Post a Comment