TOP
Image Alt

Guida di Viaggio Valle d’Aosta

La più piccola Regione d’Italia è posta all’estremità nord – occidentale della penisola, al confine tra Francia e Svizzera. La Valle d’Aosta è costellata da vette maestose fra cui troviamo le cime più alte delle Alpi come il Cervino, il Monte Rosa, il Gran Paradiso e sua maestà il Monte Bianco che, con i suoi 4810 m. non ha rivali in Europa: è il tetto del vecchio continente. 
Gioiello della regione è Courmayeur, considerata una delle più importanti stazioni sciistiche del mondo e culla dell’alpinismo, qui è nata la prima scuola per guide alpine. Nel contesto delle sue imponenti montagne e delle magnifiche valli è collocato il primo Parco Nazionale italiano istituito nel 1922, il Gran Paradiso dove è possibile osservare gli animali nel loro ambiente naturale: camosci, aquile reali, marmotte ed ovviamente lo stambecco, simbolo del parco. Storicamente la Val d’Aosta è considerata una terra di contatto e di fusione tra l’Italia e la Francia, caratteristica che si riflette sul bilinguismo ufficiale e sul suo statuto di regione autonoma. I grandi, moderni tunnel del Gran San Bernardo e soprattutto del Monte Bianco, capolavoro di ingegneria che sbocca in territorio francese, hanno aumentato la sua caratteristica di crocevia tra l’Italia ed il resto d’Europa. 

Capoluogo: Aosta .

AOSTA

Distesa tra due fiumi e contornata da maestose montagne, Aosta è un concentrato di storia cui si aggiungono pittoresche tradizioni. La città ha origine romana come è evidente dal suo nome che evoca quello del suo fondatore, l’imperatore Augusto. Passeggiando per Aosta sono ancora evidenti le tracce dell’impianto urbanistico originario; numerosi sono anche i monumenti di epoca romana tra cui l’Arco d’Augusto, la Porta Pretoria, il teatro, il foro e la cinta muraria, quasi interamente conservata. Di grande interesse, sotto il profilo monumentale, è la Cattedrale, anteriore al XIII secolo e successivamente rielaborata; a pochi passi si trova piazza Emile Chanoux, il “salotto” della città, dominata dal lungo porticato del Municipio. Particolare attenzione merita anche il complesso monumentale dedicato a Sant’Orso che comprende la chiesa in stile gotico, la cripta e il chiostro. Oltre ad offrire splendide passeggiate nel centro storico e piacevoli visite ai siti monumentali, la città è anche il punto di partenza per itinerari turistici nella Valle  alla scoperta di una natura incontaminata e di suggestivi castelli, a cominciare dallo scenografico castello di Fenis, che con le sue torri quadrangolari e cilindriche domina il paesaggio a una decina di chilometri da Aosta.