TOP
Image Alt

Guida di viaggio Giappone

Una delle esperienze più incantevoli del mondo: vagare per il Giappone di tempio in valle, di villa in bosco, di fiume in monte, di lago in costa marina, con alcuni cari amici, senza un piano prestabilito.

(Fosco Maraini)

DOVE SI TROVA IL GIAPPONE?

Il Giappone, in giapponese Nippon. E’ uno Stato insulare dell’Estremo Oriente, separato dal continente asiatico dal mar del Giappone e circondato, a Est, dall’Oceano Pacifico.
Il Giappone comprende 4 isole principali; l’isola più grande è l’Honshu, mentre il Kyushu e lo Shikoku, formano insieme il nucleo storico e culturale del Giappone. L’isola settentrionale di Hokkaido invece, costituisce una specie di regione esterna.

QUANDO ANDARE E COME VESTIRSI:

Il clima del Giappone è generalmente temperato, tuttavia, dato che il paese si estende da nord a sud per una lunghezza di circa 3000km, il clima cambia in funzione del luogo e delle stagioni dell’anno. La primavera (da marzo a maggio) è probabilmente la stagione giapponese più conosciuta, con la sua fioritura dei ciliegi. È periodo di vacanze per i Giapponesi e molte località turistiche tendono ad essere particolarmente affollate.

L’autunno (da settembre a novembre) è un’ottima stagione per viaggiare: le temperature sono piacevoli e i colori dell’autunno sono stupendi.

L’inverno (da dicembre a febbraio), fatta eccezione per Okinawa, può essere molto freddo, ma l’atmosfera è magnifica ed è il periodo ideale per praticare sport come lo sci.

L’estate (da giugno ad agosto) è molto calda e umida, ma è un’ottima stagione per visitare l’isola settentrionale di Hokkaido e le principali attrazioni turistiche non sono solitamente molto affollate.

CHE LINGUE SI PARLANO?

La lingua ufficiale è il giapponese, ma l’inglese è diffuso tra i più giovani e le insegne e i cartelli stradali riportano quasi ovunque ormai la doppia scritta in ideogrammi giapponesi e lettere occidentali. Gli annunci negli aeroporti e nelle maggiori stazioni metropolitane e ferroviarie sono anche in inglese.

QUALE E’ LA MONETA DI RIFERIMENTO?

La moneta di riferimento è lo YEN. In Giappone, ancora oggi, accettano soprattutto contanti e i pagamenti accettati con la carta/bancomat sono ancora pochi, quindi vi consiglio di partire già dall’Italia con degli Yen in contanti, in modo da arrivare preparati per qualunque evenienza, oppure di prelevare negli aeroporti, dove sono presenti gli ATM internazionali e non avrete problemi con il prelievo.

ELETTRICITA’:

100V, 50Hz (nell’Est del Paese) e 60Hz (nell’Ovest). Prese elettriche con due o tre contatti paralleli piatti.

FUSO ORARIO:
+8h rispetto all’Italia; +7h quando in Italia vige l’ora legale.

QUANTE ORE DI VOLO SONO?

La durata del volo totale da Roma per Tokyo è di circa 13 ore.

INFORMAZIONI DA SAPERE PRIMA DI PARTIRE: (per i cittadini Italiani)

http://www.viaggiaresicuri.it/country/JPN

Il passaporto è necessario, in corso di validità. Al momento dell’ingresso nel Paese bisogna essere in possesso anche del biglietto aereo di ritorno. Dal 2007 è entrata in vigore la nuova legge sull’immigrazione che prevede misure di controllo applicabili agli stranieri in entrata nel Paese (presa delle impronte digitali e foto del volto). Da tali controlli sono escluse alcune categorie di stranieri 1) i minori di 16 anni; 2) chiunque svolga un’attività che ricada sotto lo status di “residence for diplomat or official”; 3) chi sia invitato dal titolare di un’Amministrazione pubblica giapponese; 4) chi venga indicato, con un’ordinanza del locale Ministero della Giustizia, come equivalente alle categorie di cui al punto 2) o 3). In caso di smarrimento e successivo ritrovamento del passaporto, al fine di evitare possibili lunghe attese, si raccomanda di portare con sè, ove disponibile, copia dell’avvenuto ritrovamento del passaporto. I cittadini italiani possono recarsi in Giappone senza visto per motivi di turismo e per un massimo di 90 giorni di permanenza. Per soggiorni superiori a 90 giorni sarà invece necessario munirsi di un visto, che potrà essere richiesto presso l’Ambasciata giapponese a Roma o il Consolato giapponese a Milano.

DURANTE IL SOGGIORNO:

E’ possibile che alcune strutture richiedano in loco il pagamento di tasse di soggiorno o resort fee non prepagabili dall’Italia, l’importo può variare e dovrà essere corrisposto in loco.

E’ severamente vietato importare siringhe nonché medicinali che contengono sostanze o principi attivi non ammessi dalle autorità sanitarie locali. Limitazione di esportazione: piante in generale.

IMPERDIBILI DEL GIAPPONE:

Visitare le grandi città, soprattutto Tokyo, Osaka, Nagoya, Yokohama e Fukuoka, rappresenta un’occasione unica per scoprire gli originali stili di vita del Giappone moderno. Dormire in una locanda tradizionale (ryokan) e mangiare in un ristorante tradizionale (ryotei) sono occasioni eccellenti per scoprire lo stile di vita giapponese.

Il Monte Yoshino è un piccolo rilievo montuoso situato nella Prefettura di Nara. La località ospita templi e santuari legati a importanti vicende della storia del Giappone. La località è meta imperdibile di un viaggio in Giappone in primavera, quando la fioritura dei ciliegi tinge di bianco e rosa i molli pendii della regione.

Nel Monte Yoshino sono state piantate migliaia di alberi di ciliegio e la località è divenuta uno dei più noti e celebrati scenari dello hanami, la rituale contemplazione delle fioriture.

Shingu è una città piuttosto recente, fondata soltanto nel 1933, ma oltre mille anni i pellegrini si recano nella sua regione, quella di Kumano, per pregare nei tre Sacri Santuari, Hongu, Hayatama e Nachi. Tristemente nota perché fu la seconda città colpita dalla bomba atomica, Nagasaki ricorda questo tragico evento storico con il Parco della Pace di Nagasaki, un luogo della memoria per tutte le vittime del bombardamento dove un pilastro nero segna l’epicentro dell’esplosione.