TOP
Image Alt

Guida di viaggio Canada

“Ovunque nel mondo basta dire la parola ‘canadese’ e la gente si mette a ridere.” JOHN CANDY

DOVE SI TROVA IL CANADA?

Confini: è delimitato dall’oceano Atlantico a est, dall’oceano Pacifico e lo Stato statunitense dell’Alaska a ovest, dal mar Glaciale Artico a nord e dagli Stati Uniti d’America a sud.

QUANDO ANDARE E COME VESTIRSI:

In generale, il periodo migliore per visitare la maggioranza dei grandi centri del Canada è da fine aprile a metà giugno e da settembre a ottobre, con qualche eccezione. Québec City, ad esempio, dà il meglio di sé in estate (da giugno ad agosto) e in inverno (gennaio e febbraio).

Al momento di preparare la valigia, meglio preferire abiti comodi e pratici: a meno che non siano previsti da occasioni programmate nel corso del viaggio, i capi di vestiario troppo eleganti rischiano di essere inutili. Che si vada in Canada in estate, autunno, inverno o primavera, nella valigia non devono mai mancare almeno un pile, una felpa o una maglia di lana. Per i più piccoli, o per i più freddolosi, è bene non dimenticare un cappello di lana, che copra possibilmente anche le orecchie, e un piumino leggero (anche in estate).

CHE LINGUE SI PARLANO?

Inglese e francese sono le lingue ufficiali. Il francese è prevalente in Québec ed è diffuso in alcune zone dell’Ontario e in New Brunswick, oltre ad essere parlato in tutti gli Ufficidell’Amministrazione Federale.

QUALE E’ LA MONETA DI RIFERIMENTO?

La moneta ufficiale sono i Dollari Canadesi anche se sono spesso ben accettati anche i Dollari Usa, in genere con un cambio non troppo favorevole. E’ preferibile limitare i ritiri di contante dagli ATM viste le alte commissioni che si devono pagare. Le ricaricabili, come la Postepay (Visa Electron) sono generalmente accettate anche se è opportuno documentarsi prima di partire in merito alla loro usabilità in territorio Canadese. Come negli Usa, anche in Canada le carte di credito sono accettate quasi ovunque. E’ sempre opportuno portare con se anche qualche disponibilità liquida ma senza esagerare per non essere troppo esposti al rischio di furti o smarrimenti.

ELETTRICITA’:

110 volts e 60 hertz. Le spine sono quelle standard americane a lamelle piatte ed è perciò necessario munirsi di un adattatore prima della partenza dall’Italia.

FUSO ORARIO: il Canada comprende 6 fusi orari. L’ora locale rispetto all’Italia è la seguente: Terranova e Labrador: 4,30h; Nova Scotia, New Brunswick -5h; Quebec, Ontario, Nunavut orientale -6h; Manitoba, Saskatchewan, Nunavut occidentale – 7h; Alberta e Territori del Nord Ovest – 8h; British Columbia e Yukon -9h.

L’ora legale è in vigore dalla seconda domenica di marzo alla prima domenica di novembre. La Provincia del Saskatchewan osserva l’ora legale durante tutto l’anno. L’elenco dettagliato per Province è consultabile all’indirizzo: http://www.timeanddate.com/time

QUANTE ORE DI VOLO SONO?

9/10 ore è il tempo di volo medio da Roma Fiumicino a Toronto diretto. I voli che effettuano uno scalo impiegano invece dalle 11 alle 14 ore.

INFORMAZIONI DA SAPERE PRIMA DI PARTIRE: (per i cittadini Italiani)

Passaporto: è richiesto il passaporto con validità pari almeno alla durata del soggiorno. Si suggerisce tuttavia che il passaporto abbia validità di almeno sei mesi dalla data di ingresso nel Paese. Richiesto il passaporto con validità pari almeno alla durata del soggiorno. Si suggerisce tuttavia che il passaporto abbia validità di almeno sei mesi dalla data di ingresso nel Paese. Visto d’ingresso: Per un soggiorno breve fino a sei mesi, esclusivamente per motivi di turismo o di affari, non vi è obbligo di visto ed è sufficiente esibire, unitamente all’eTA.

Come sappiamo ci troviamo in uno stato di emergenza Globale! Ogni Paese sta adottando misure restrittive e preventive in continua evoluzione.

Si raccomanda pertanto di consultare il sito Viaggiare Sicuri: http://www.viaggiaresicuri.it/country/CAN

DURANTE IL SOGGIORNO:

Se amate le grandi distese di boschi, i villaggi di pescatori e le città ricche di storia, se prediligete il contatto con la natura incontaminata e siete propensi a camminare, se siete attratti dalle atmosfere legate al mondo boscaiolo, se apprezzate la buona birra artigianale, lo sciroppo d’acero a profusione sui pancakes e la cucina di ispirazione francese contaminata con quella nord americana, allora questo è il viaggio che fa per voi!  Le distanze in Canada sono davvero enormi, per cui almeno che non abbiate a disposizione molte settimane dovrete fare una scelta della zona da visitare e mettere in conto di prendere un volo interno per spostarvi più facilmente.

IMPERDIBILI DEL CANADA:

I territori di Yukon, del Nord-ovest e di Nunavut si trovano sulla parte artica del paese e raggruppano una maggioranza di popoli nativi, tra cui gli Inuit. La costa occidentale include le province di British Columbia e Alberta popolate soprattutto verso sud, al confine con gli Stati Uniti. Al centro le province di Saskatchewan e Manitoba con le loro distese di laghi e praterie regalano soggiorni naturalistici. Le province orientali di Ontario e Quebec rappresentano l’anima anglofona e francofona del paese. La CN Tower, l’edificio più alto di Toronto, il The Path, ovvero la Toronto sotterranea costruita per sfuggire al freddo invernale, Casa Loma. Se amate la natura non potete perdere le Toronto Islands, ovvero Center, Ward’s e Algonquin.

Da vedere assolutamente a Montréal: il Réso, la Basilica di Notre-Dame che ricorda da vicino la sorella maggiore di Parigi, la Vieux-Montréal con le sue strade europee e la Îles-de-Boucherville, a poca distanza dal centro. Da vedere assolutamente a Québec: Château Frontenac, un hotel che sembra un castello, il Quartier Petit Champlain con i suoi bistrò alla francese, il Parc de la Chute-Montmorency e le Cascate Montmorency per la natura in tutto il suo splendore. Non lontano dal Banff National Park, Jasper è un altro parco imperdibile nel vostro viaggio in Canada, se volete anche fare qualche visita nella natura. Meno turistico rispetto al vicino, Jasper offre sentieri di montagna anche impervi per gli amanti del genere, ghiacciai, una natura rigogliosa e la possibilità di vedere animali che non sono facilmente osservabili da nessun’altra parte.