TOP
Image Alt

Guida di Viaggio Campania

La dolcezza del clima, la bellezza delle coste, la ricchezza dell’arte e della storia, l’amore per la cucina rendono la Campania una terra tutta da vivere. La Campania, situata nel’Italia meridionale, si estende lungo il versante del mar Tirreno, dalla foce del Garigliano al Golfo di Policastro. Un viaggio che inizia dal mare, re incontrastato, con il suoi colori intensi, le coste ricche di baie, insenature e pareti rocciose, le isole del Golfo di Napoli CapriIschiaProcida, veri capolavori della natura. Questa regione è caratterizzata da una dalla ricca vegetazione mediterranea in cui sono incastonati paesi ricchi di storia, d’arte e di tradizioni, dove trascorrere un soggiorno indimenticabile. E come dimenticare il monumento della natura che domina imponente questa terra? Il Vesuvio, cupo e misterioso, amato per la sua bellezza e temuto per la sua potenza. E poi Napoli, conosciuta nel mondo per l’intensità e la passione della sua musica che, come la città, mescola aspetti colti e popolari, sacri e profani, gioiosi e malinconici. E adagiata su una terrazza di tufo a strapiombo sul mare, Sorrento. In questo scorcio di paradiso, coste frastagliate e inaccessibili si alternano a piccole e nascoste spiagge che danno vita ad un paesaggio unico. Qui l’opera dell’uomo è stata grandiosa. Le zone più impervie oggi sono trasformate da una serie di terrazzamenti digradanti verso il mare, utilizzati per coltivare agrumi, ulivi e viti. Sono i giardini dai quali esalano gli inebrianti profumi di aranci, limoni e zagare. Musica, mare, divertimento e natura, ma anche storia e cultura. Visitare luoghi come PaestumErcolano, Pompei e Torre AnnunziataCertosa di Padula o la Reggia di Casertasarà un’esperienza indimenticabile, fuori dal tempo. Le province sono: Napoli (capoluogo), CasertaBeneventoAvellino e Salerno.

NAPOLI

Un luogo di magia, dove colori, sapori, profumi, cultura e storia si mescolano tra loro in un incantevole cocktail di conoscenza, allegria e divertimento. Siamo nella provincia di Napoli, dominata dal Vesuvio e affacciata su uno splendido golfo, la cui bellezza è stata fonte di ispirazione per molti artisti. Il fascino dei paesaggi, le incantevoli isole sparse come perle nelle acque azzurre del Mediterraneo, la vivacità di un popolo estremamente cordiale, spalancano le porte sulla gioia di vivere che trasuda da ogni zolla di questa terra, le cui famose canzoni e le gustose specialità gastronomiche non tramontano mai. Una molteplicità di luoghi capaci di entusiasmare ogni tipo di turista: dal cultore dell’arte e della storia all’amante della natura e del mare, dal buongustaio appassionato di enogastronomia al nostalgico di antiche tradizioni. Due punte di diamante delimitano il golfo: l’incantevole penisola sorrentina a Sud e la suggestiva area vulcanica dei Campi Flegrei a Nord. Nel cuore dell’arco, Napoli con l’imponente Vesuvio alle spalle. Di grande interesse storico isiti archeologici di Pompei e Ercolano, famosi nel mondo per la straordinarietà dei reperti. Ma tutto il Napoletano è cosparso di testimonianze di epoche passate, soprattutto quelle legate alla presenza degli imperatori romani, che per primi compresero il fascino di questi luoghi. E che dire del capolavoro naturale formatosi nel corso dei millenni per opera delle eruzioni vulcaniche e dei depositi lavici che hanno disegnato un paesaggio dalle linee uniche? Quando lo sguardo si posa su di esso, si comprende la forza e la grandezza della natura, di fronte alla quale l’uomo può ben poco. A completare l’opera, il mare, talmente azzurro da confondersi con il cielo, interrotto solo da tre splendide isole – CapriIschia e Procida – ognuna con una propria identità storica e turistica, e da isolotti minori. Una vacanza dai mille volti, questo offre la provincia di Napoli, ed è un’offerta assolutamente da non perdere.

CASERTA

Una terra dall’atmosfera magica, capace di offrire sensazioni ed emozioni, attraverso itinerari che conducono nel cuore delle città, tra storia, arte e natura, gustando gli antichi sapori della cucina locale tra eventi e manifestazioni folcloristiche. La provincia di Caserta, sorprende per l’ambiente naturale ricco di parchi, riserve e aree protette, dove regna un’atmosfera serena e tranquilla. Un’ampia pianura si snoda intorno alle rive del Volturno, con il massiccio del Matese a segnare il confine con il Molise e il vulcano inattivo di Roccamorfina a ridosso di quello laziale. Frutteti, vigneti e oliveti colorano il paesaggio di questa fertile terra, la cui generosità fu già apprezzata dagli antichi romani che la ribattezzarono Campania Felix. spiagge finissime, protette da verdi pinete e lambite dall’azzurro del Tirreno, formano il panorama costiero che si affaccia sul Golfo di Gaeta. La storia la si incontra in ogni angolo: borghi medievali, chiese e cattedrali, architetture di epoca romana raccontano il passaggio di antichi popoli. Una terra che sorprende per la fantasia e l’estro del suo popolo, per quel tumulto di colori sgargianti, danze e canzoni che risuonano nelle piazze dei piccoli comuni ogni qualvolta c’è un evento da commemorare. Il camminare tra la gente affina i sensi, offrendo loro un prezioso patrimonio composto dai mille sapori, colori, aromi, che rallegrano lo spirito e confortano il cuore.  Un clima mite, favorito dalla protezione dell’Appennino campano ad est e dal mare ad ovest, rende piacevole il soggiorno in qualsiasi stagione dell’anno.

BENEVENTO

Atmosfere remote si diffondono nell’antica terra dei Sanniti, poi colonizzata dai Romani che la ribattezzarono Beneventum. Provincia ricca di storia, di suggestioni archeologiche e di affascinanti paesaggi, sorprende per un aria di raccolto misticismo che da sempre la caratterizza. Entrarci è come varcare il confine tra presente e passato, con il desiderio di riscoprire tradizioni folcloristiche e gastronomiche che affondano le loro radici in tempi lontani. La provincia di Benevento, con i suoi silenzi e le emozioni che solo una natura incontaminata sa offrire, è la meta ideale per trascorrere una vacanza tranquilla, seguendo dolci itinerari alla scoperta di un mondo scandito da ritmi differenti, distante anni luce dalla frenesia delle grandi città. Un viaggio alla riscoperta di un mondo ormai dimenticato, quello dei Sanniti, dei Romani e dei Longobardi che, in un tempo lontano, hanno vissuto tra le stesse montagne e rocce, foreste e pascoli, sorgenti e laghi che si estendono davanti ai nostri occhi. Luoghi di una bellezza unica, difficili da dimenticare, conquistano il cuore e la mente con il loro lato più segreto, quello di una civiltà contadina e pastorale ancora legata gelosamente alle sue tradizioni, alle zolle di questa terra che ha sempre coltivato con amore, agli antichi mestieri, alle sue credenze popolari, un bagaglio culturale passato di padre in figlio.

AVELLINO

Un viaggio nella provincia di Avellino è un tuffo nella natura e nella storia dell’Irpinia. Terra ricca di fascino, apre le porte della sua ospitalità regalando al turista uno spicchio d’incantevole paesaggio impreziosito da un interessante patrimonio culturale. Una natura di incredibile bellezza, la stessa che ha fatto meritare a questa provincia l’appellativo di “Verde Irpinia”. Scoprirne ogni angolo è un’esperienza che lascia il segno. Monti, pianure immense, magnifiche riserve naturali, laghi e fiumi rendono questa terra ideale per chi ama gli spazi aperti e per chi cerca una vacanza in totale relax tra montagne e sorgenti, aria salubre e cibi buoni, in uno dei più suggestivi ambienti naturali del Sud Italia, adatto in tutte le stagioni. L’Irpinia si fa scoprire lentamente, con un percorso che entra nella natura e porta nei luoghi di un tempo, quando questa terra era abitata dai Sanniti, dai Romani e dai Longobardi. Antichi borghi sono immersi nel verde delle valli che si aprono ai piedi delle catene montuose del Partenio e del Terminio, ricoperte da boschi di faggi, abeti, querce e castagni. Oltre a siti archeologici, si incontrano imponenti castelli che riportano alla memoria guerre e saccheggi, assedi e battaglie ma anche feste mondane e eleganti corti. Nelle ampie vallate si estendono vigneti e uliveti i cui frutti consentono un’ottima produzione di vino e di olio. Luoghi che raccontano come l’uomo e la natura hanno imparato a convivere con armonia e rispetto sin dai tempi antichi. 

SALERNO

La provincia di Salerno è un insieme di singolari emozioni. È la bellezza dei suoi litorali costieri. È il fascino di una storia antica. È il profumo di una natura incontaminata. Basta poco per scoprirne la magia. I monti dell’Appennino, autentici monumenti della natura, fanno da cornice ad una realtà di dolci brezze marine, di piccole baie ed insenature, di litorali incontaminati, di corsi d’acqua circondati da verdi boschi, di pittoreschi borghi, di luoghi di una storia lontana, di antiche tradizioni, delle cose fatte con amore. Non manca nulla. E se il fascino della costa cattura lo sguardo del mondo, l’entroterra prende l’anima di chi lo esplora. Il meraviglioso litorale, ricco di spiagge, scogliere e incantevoli grotte, affacciato su un mare che è una sfera infinita di colori, anticipa lo splendore del paesaggio interno. Verdi vallate attraversate dalle acque del Sarno, con i Monti Picentini e Lattari a fare la guardia, paesaggi disegnati da geometriche coltivazioni dalle quali spicca il rosso intenso dei pomodori San Marzano. Una terra accogliente, che offre ai suoi ospiti sapori e profumi, quiete e silenzio, mentre racconta la sua storia passando tra ville, chiese e castelli, tradizioni popolari ed eventi culturali. Una natura generosa che non ha dimenticato nessun angolo del salernitano.
Quando si varcano i confini del Cilento, se ne ha la certezza. Pareti rocciose scavate da grotte e anfratti, spiagge bianche, macchia mediterranea e un mare dalle mille sfumature. Così è la Costa del Cilento, che da Agropoli si allunga fino a Sapri, passando per tanti pittoreschi borghi ricchi di storia. Allontanandosi dal mare, si entra nel cuore del Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano, uno scrigno di tesori naturali, dove il verde si intensifica con boschi di querce, aceri, frassini e castagni che, sui monti, lasciano il posto a fitti faggeti.
Un viaggio in questa terra rimane impresso nella mente e nel cuore.